Prezzi cucine

Quando parliamo di prezzi cucine e offerte cucine è importante fare una valutazione complessiva del prodotto che ci troviamo di fronte o ci viene proposto dal rivenditore di arredo.

Innanzitutto consideriamo che il mercato del mobile per cucina e relativi elettrodomestici si divide in fasce qualitative e di costo ben differenziate. Possiamo dividere i prezzi cucine in 4 fasce (anche le dimensioni contano, qui intendiamo un prezzo medio di cucine di piccole/medie dimesioni):

  1. Da 1000 a 4000 euro: le cucine economiche in questa fascia di mercato sono per lo più vendute presso centri commerciali del mobile, mercatoni e catene di arredo a basso costo (vedi Ikea o mondoconvenienza ). Il prodotto è per lo più di provenienza estera, spesso asiatica. La qualità costruttiva è mediocre, i materiali utilizzati sono per lo più nobilitati, legno truciolare rivestito da lamine stampate.
  2. Da 4000 a 8000 euro: in questa fascia di prodotto potrete trovare sia prodotti d'importazione che prodotti Italiani entry level in promozione o scontati. Questa è una fascia di prezzo dove si possono trovare ottime occasione di cucine anche di buon valore costruttivo in offerta o in saldo.
  3. Da 8000 a 15000 euro: con queste cifre avrete la possibilità di districarvi tra ottimi marchi italiani, comporre cucine con elettrodomestici di prima qualità e innovazione. Attenzione che molto spesso questi costi corrispondono al prezzo di listino, verificate lo sconto che il mobilificio vi garantisce.
  4. Oltre i 15000 euro: le migliori cucine al mondo come bulthaup e boffi cucine vi faranno spesso sforare questa cifra economica, ma sicuramente avete la certezza di acquistare il top sul mercato sia in termini innovazione tecnologica, finitura estetica, piacevolezza visiva e durata nel tempo. Anche in questa categoria di arredamento cucina potreste trovare prezzi cucine favorevoli: spesso cucine da esposizione possono essere scontate anche del 50%.
Le offerte cucine si possono nascondere anche dietro prezzi elevati: il consiglio è di definirsi prima di tutto un budget d'acquisto e rapportare, rispetto a quel budget, più articoli sul mercato.